Attività cinofile
Alessandra Monti

Oggi il mondo della cinofilia offre un’infinità di attività che si propongono di lavorare nel rispetto delle caratteristiche e delle attitudini del cane.
Credo che in generale la differenza dipenda dal come ci si approcci ad un’attività piuttosto che dal cosa si decida di fare, quindi mi verrebbe da dire che qualsiasi corso o attività fatta con consapevolezza nasconde un’opportunità per il binomio. La consapevolezza non si può inculcare: non è un dato o una nozione. È quel tipo di sapere che dà forma all’etica, alla condotta di vita, alla disciplina rendendole autentiche.

Le attività cinofile non dovrebbero avere come scopo la performance ma essere delle occasioni di confronto per conoscere se stessi attraverso il lavoro con il proprio cane e quindi creare una relazione profonda e onesta.

Le attività sportive che mi sento di suggerire con il canelupo sono mantrailing e dog endurance.
Il Mantrailing è una disciplina cinotecnica che permette di individuare, seguire e ricostruire il percorso effettuato da una persona specifica. La trovo interessante perché insegna a fidarci del nostro animale e a trovare il coraggio di seguirlo.
Il dog endurance è una manifestazione sportiva in cui ci si impegna ad effettuare percorsi di varie lunghezze, su terreni di varia natura, in tempo determinato o nel minor tempo possibile salvaguardando sempre e comunque l’integrità del cane.